NUOVO QUARTIER GENERALE JFC - NATO

LAGOPATRIA - NAPOLI

DATI

Progetto: Progetto e Calcolo strutturale del nuovo quartier generale JFC - NATO
Luogo: Napoli - Italia
Anno: 1997 - 1999
Cliente: NATO - Bruxelles

CARATTERISTICHE

Superficie: 32.136m²
Superficie totale: 60.100 m² (P-1,PT,P1,P2,P3,P4 )
Volume: 282.000 m³
Area coperta: 9.885 m²
Numero dei Piani: Piano Terra + 4 piani fuori + 2 piani interrati
Sistema Strutturale: cemento armato gli interrati, in ferro le elevazioni
Dimensione del telaio: 7,50 m x 7,50 m + 1.50 m sbalzo
Altezza dell'edificio: 17,30 m
Classe di appartenenza: I g

TEAM DI PROGETTAZIONE

Lay-out: Interplan Seconda - Napoli
Progetto architettonico: Camillo Gubitosi, Alessandro Gubitosi
Consulente strutturale: Studio Architetti Associati Mario Antonio Arnaboldi & Partners
Strutture: Mario Antonio Arnaboldi, Claudio Chesi
Coordinatore strutturale: Claudio Chesi
Analista strutturale: Paolo Rugarli
Coordinamento del progetto strutturale: Laura Francesca Ammaturo
Progetto impianti tecnici: Cormio Engineering - Brescia
Architetti collaboratori: Davide Benini, Francesca Borini, Francesca Malaguzzi, Davide Renoldi, Sergio Rocca
Analisi Costi: Alessandro Rollino
Modello iconico: Christian Manusardi
Restituzioni tridimensionali: Elena Puccio

DATI TECNICI

L'edificio della nuova sede della NATO - Afsouth 2000 di Napoli è destinata ad alloggiare gli uffici operativi della Nato a Napoli, per lo più ubicati nei piani interrati.

La struttura è sottoposta a una classificazione sismica di 3a categoria ed è contemporaneamente protetta da eventuali attacchi terroristici. Le regole internazionali sono state i vincoli di controllo dell'intera struttura. La struttura è realizzata con un cemento tipo Rck 25 (N/mm²) e il ferro di rinforzo è del tipo Fe B 44 K , mentre le strutture di elevazioni sono in ferro profilato tipo H di qualità FE510. L'intera struttura è modellata dal Programma unifilare Sargon e l'esecutivo è controllato dal programma Strucad 98